NOTIZIE ISTRUZIONE e CULTURA

Spazio a cura di Maurizio Longega

 

Già ordinario nella scuola media superiore d’esercitazioni di pratica professionale, specializzato nell’area disciplinare tecnico, professionale, artistica di sostegno. Guida e consulenza sugli aspetti pedagogico didattici, giuridico sociali della professione docente e specificatamente sull’organizzazione aziendale (protocollo, archivio, corrispondenza) e nell’uso delle attrezzature di ufficio (informatica e macchine)

 

 

 

La deontologia tra media tradizionali e nuovi media

Le nuove regole europee su diritto all’oblio, Privacy ed informazione

 

Il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione, scuola del Centro di Documentazione Giornalistica, organizza il "La deontologia tra media tradizionali e nuovi media", valido 8 crediti deontologici per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 12 Dicembre 2019, dalle 10:00 alle 18:30, presso Palazzo De Carolis - Sala Cooperazione - Via Alessandro Specchi, 16 - 00186 Roma.

Il corso mira a fornire un quadro degli orientamenti deontologici per svolgere in modo corretto la professione giornalistica anche con i nuovi mezzi tecnologici, verificando fonti e fatti prima di diffondere una notizia. Nel corso della giornata formativa Michele Partipilo fornirà gli strumenti per gestire in modo deontologicamente corretto la diffusione delle notizie sia su supporti tradizionali che attraverso i nuovi media, anche in relazione al nuovo regolamento europeo (GDPR) sul diritto all’oblio, la tutela della privacy e l’informazione.

Docente: Michele Partipilo

Capo redattore centrale della “Gazzetta del Mezzogiorno”. Ha pubblicato diversi saggi, un volume sulla privacy.

Per informazioni: Andrea Tirone - andreatirone@cdgweb.it - Tel. 06.679149

 

l’importanza della proprietà intellettuale

 

Educare all’importanza della proprietà intellettuale, ai danni della contraffazione e della pirateria informatica e al valore della legalità. Sono questi gli obiettivi di “Peers Say No”, il progetto di Adiconsum (Associazione Difesa Consumatori e Ambiente) e Agenzia Dire dedicato ai giovanissimi che, attraverso un ciclo di lezioni organizzate presso scuole primarie e secondarie, mira ad informare e rendere consapevoli i ragazzi tra gli otto e i dodici anni sull’importanza che la proprietà intellettuale ha per la sicurezza nella vita quotidiana, per la ricerca, per il progresso tecnologico, per la produzione culturale. Una tutela che, quando manca, porta a pericoli seri come la chiusura di aziende e alla perdita di posti di lavoro.

Il progetto, cofinanziato da EUIPO, l’Ufficio dell’Unione Europea che si occupa di proprietà intellettuale, è la prosecuzione naturale dell’iniziativa di Adiconsum dello scorso anno, e arriverà a Roma il prossimo 4 dicembre nell’istituto comprensivo "Fratelli Cervi". “Peers Say No”, partito con successo lo scorso 18 novembre nel napoletano, dopo Roma, farà poi tappa a Milano.

Peers Say No” prevede lezioni educative per i ragazzi, incontri, attività di laboratorio nonché formazione di base e strumenti di approfondimento per gli insegnanti, attraverso suggerimenti per l’inserimento dell’educazione alla tutela della proprietà intellettuale nella didattica curricolare.

Il progetto nasce dalla consapevolezza che educare alla legalità è un’azione importantissima in una società in cui i numeri del mercato della pirateria e della contraffazione sono in continua crescita. La produzione illegale opera in concorrenza sleale ed erode profitti e ricavi alle imprese, danneggiandole in alcuni casi notevolmente. È il caso dell’industria culturale, del design e dell’intrattenimento, che vede interi settori perdere sostenibilità economica di giorno in giorno, fino al limite estremo del rischio di chiusura per le imprese e del crollo della produzione creativa. Secondo un’indagine FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e IPSOS di luglio 2019, la sola pirateria audiovisiva nel 2018 ha sottratto quasi 1,1 miliardi di euro all’economia italiana e oltre 600 milioni di euro di fatturato all’industria audiovisiva, “bruciando” 6.000 posti di lavoro. La merce contraffatta, inoltre, è prodotta nella totale illegalità: evasione fiscale, lavoro nero e lavoro minorile, uso di materie prime vietate o frutto di ricettazione, contrabbando, riciclaggio, danno ambientale, violazione delle leggi sulla salute e sicurezza dei consumatori e frode commerciale.

L’industria del falso e della pirateria è in mano alla criminalità organizzata e recenti indagini giudiziarie hanno evidenziato collegamenti con il terrorismo internazionale e il traffico di stupefacenti. Chi acquista prodotti contraffatti consapevolmente deve sapere che contribuisce allo sviluppo del crimine organizzato, divenendone complice.

Tutto il materiale educativo e formativo del progetto è a disposizione gratuitamente e può essere liberamente scaricato da tutte le scuole e le famiglie; è consultabile su www.ioscelgoautentico.net

 

 

Informazione e salute
Conoscere e comunicare le terapie avanzate
Cure rivoluzionarie della ricerca medica

Giovedì 5 Dicembre 2019 ore 9.00-13.30
Roma - Grand Hotel Palatino - Via Cavour, 213/M, 00184 Roma
4 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti

 

IIl Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centro Studi Giornalismo e Comunicazione organizza, in collaborazione con OTA Osservatorio Terapie Avanzate, il corso di formazione "Conoscere e comunicare le terapie avanzate: cure rivoluzionarie", valido 4 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

La quota di partecipazione è gratuita. Il corso, aperto a tutti gli interessati del mondo della comunicazione e dell’informazione, prevede per i giornalisti prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Sigef

Le terapie avanzate sono strumenti di cura innovativi che offrono nuove opportunità per il trattamento di malattie gravi e per le quali le terapie convenzionali si sono dimostrate inadeguate. Sono strettamente legate ai progressi scientifici nel campo della biotecnologia cellulare e molecolare grazie alle quali si sono sviluppate, tra le altre, la terapia genica, la terapia cellulare e l’ingegneria tissutale.

Raccontare con cognizione di causa questa vera e propria rivoluzione in atto nella medicina ad opera delle terapie avanzate è oggi un’urgenza di comunicazione anche e soprattutto perché queste toccano la vita e la salute di un numero sempre più ampio di persone. Per alcuni rappresentano “la speranza”, per altri sono già la realtà. Sono un fatto concreto per chi fa sperimentazione e ricerca, per il sistema sanitario chiamato a riorganizzare i suoi processi, per le persone affette da alcune malattie. Sono una realtà in continuo divenire, che pone delle domande e chiede di essere raccontata con parole nuove. Una sfida difficile che pone anche di fronte al rischio che vengano raccontati al grande pubblico prevalentemente gli aspetti più semplicistici: il prezzo elevato, un evento avverso inatteso, o una sensazionale guarigione. Le terapie avanzate possono essere questo, ma anche moltissimo altro

Questo corso si pone l’obiettivo di accompagnare i giornalisti alla scoperta dei fatti e delle domande aperte sulle terapie avanzate, aiutarli a far conoscenza e a prendere confidenza con parole nuove, mettendoli in condizione di evitare alcune trappole e muoversi agevolmente su un terreno non facile

Per informazioni: Andrea Tirone - andreatirone@cdgweb.it - Tel. 06.6791496

Centro Studi Giornalismo e Comunicazione - Scuola del Centro di Documentazione Giornalistica

Piazza di Pietra, 31 - 00186 Roma - Tel. 0669940143 - 066798148 – 066791496 - www.giornalismoecomunicazione.it

 

Corso di preparazione al Concorso Rai

 

Il Centro Studi Giornalismo e Comunicazione, scuola del Centro di Documentazione Giornalistica, organizza il "Corso di preparazione al Concorso Rai", valido 8 crediti deontologici* per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 3 Dicembre 2019, dalle 9:30 alle 18:00, presso The Building Hotel - Via Montebello, 126 - Roma.

Il Corso è incentrato su gran parte degli argomenti della prima prova preselettiva del Concorso per giornalisti indetto dalla Rai. Saranno affrontati, da due dei maggiori esperti in materia, i temi dell’Ordinamento dello Stato, le norme sulla stampa e sul sistema radiotelevisivo, quelle che regolano la tutela della privacy, le carte deontologiche, il contratto nazionale di lavoro giornalistico e nozioni di giornalismo radiotelevisivo e così via.

Docenti:

Roberto Zaccaria 

Giornalista pubblicista, ex presidente RAI, professore di diritto costituzionale

Ruben Razzante

Giornalista e professore di diritto della comunicazione

Alcuni punti del programma:

·                     La Rai ed il sistema radiotelevisivo pubblico (Roberto Zaccaria)

·                     La giurisprudenza costituzionale su tv e servizio pubblico (Roberto Zaccaria)

·                     Il Diritto dell'informazione e della comunicazione, le norme sulla stampa, sul sistema radiotelevisivo e sull'editoria online (Ruben Razzante)

·                     La legge professionale dei giornalisti e la nascita della deontologia giornalistica (Ruben Razzante)

·                     Testo unico dei doveri del giornalista (Ruben Razzante) * crediti in attesa di approvazione

Per informazioni: Andrea Tirone - andreatirone@cdgweb.it - Tel. 06.6791496

 

corso di Videomaking

per la Comunicazione e il Giornalismo Digitale

 

La Federazione Italiana Comunicatori e Operatori Multimediali, apre le iscrizioni alla terza edizione del corso di Videomaking per la Comunicazione e il Giornalismo Digitale, organizzato da Feicom Servizi, che si svolgerà a Roma il 13, 14 e 15 dicembre 2019 per un totale di 19 ore tra didattica frontale e laboratori pratici di ripresa e montaggio.

La quota di iscrizione è di € 260,00, è previsto uno sconto del 15% per coloro che si iscrivono entro il 12 novembre 2019.

Il linguaggio delle immagini è alla base della comunicazione multimediale e del giornalismo digitale, i moderni smartphone e tablet consentono la realizzazione di video professionali con una tecnologia facilmente accessibile a tutti, ma per realizzare filmati di qualità è necessario conoscere le corrette tecniche di ripresa e montaggio e saper ottimizzare i filmati per i diversi social media così come saper creare dei video virali.

Il progetto formativo è caratterizzato da una preponderante attività pratica, la didattica frontale sarà sempre supportata da laboratori e project work. I partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro sperimenteranno sul campo, guidati dai docenti le competenze apprese, affronteranno eventuali criticità imparando a trasormarle in punti di forza, realizzeranno i propri video, li monteranno e li lanceranno sui principali canali social, utilizzando lo smartphone sia come macchina da presa che come piattaforma di montaggio.

I docenti del corso sono: Claudio Del Signore, regista RAI dal 1988, cura la regia di programmi tv di successo tra cui Report, esperto in contenuti multimediali, ha realizzato numerosi documentari, Romolo Sticchi giornalista del TG 3 RAI è curatore della rubrica del TG 3 Pixel - Tecologia Sostenibile, Carlo Fabiano, videomaker per note serie TV di RAI e Mediaset, lavora da diversi anni nel cinema con la nota regista Francesca Archibugi, Andrea Carinci, videomaker e fotografo professionista è montatore certificato Avid.

Il corso è di primo livello ed accessibile a tutti, per iscriversi è necessario compilare in ogni sua parte la domanda di ammissione, tutte le informazioni sono disponibili nella sezione formazione del nostro sito www.feicom.it

Il corso è di primo livello ed è accessibile a tutti,

le iscrizioni sono aperte fino al 9 dicembre 2019, coloro che si iscriveranno entro il 10/11/2019 potranno usufruire di uno sconto del 15% sulla quota base, pagando soltanto € 221,00.

Brand Journalism

il giornalismo all'interno dell'azienda

Milano - 27 Novembre 2019

 

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza il corso di formazione "Brand Journalism: il giornalismo all'interno

dell'azienda", valido 8 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 27 Novembre 2019, dalle 9:30 alle 18:00, presso Emit Feltrinelli - Piazzale A.Cantore 10 - Milano.

La partecipazione è aperta a tutti. Il corso fornisce crediti formativi unicamente agli iscritti all'Albo dei Giornalisti.

Per informazioni: Andrea Tirone - andreatirone@cdgweb.it - Tel. 06.6791496

 

corso di formazione

"Instagram per il giornalismo e la comunicazione".

 

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza il corso di formazione "Instagram per il giornalismo e la comunicazione".

Il corso da questa edizione si articolerà in tre giornate che assegnano ciascuna 8 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 7,8 e 9 Novembre a Roma.

Il corso è aperto a tutti e fornisce crediti formativi unicamente agli iscritti all'Albo dei Giornalisti.

Il corso mira a fornire competenze teoriche e pratiche sull’utilizzo di Instagram, uno strumento che, nel panorama comunicativo degli ultimi anni, dove l’informazione visiva ha sempre più importanza, ha assunto un ruolo fondamentale nel promuovere l’affermazione di un brand, di un progetto o di un personaggio pubblico.

Comprendere la logica e la strategia di utilizzo di questa nuova realtà, imparando a utilizzarne gli strumenti e a evitarne i rischi è un obiettivo indispensabile per giornalisti, comunicatori aziendali e chi opera nel settore pubblico.

Creare un’identità social coerente e riconoscibile, una reputazione digitale, stabilire obiettivi e strategia della presenza su Instagram sono la chiave per una corretta e proficua presenza su uno dei social network con il maggior trend di crescita al mondo.

La Masterclass si concentrerà sugli aspetti pratici dell'utilizzo di Instagram. Sarà un laboratorio in cui si imparerà a gestire un profilo dalla sua creazione fino alla gestione degli strumenti più avanzati come i tools per far crescere i followers, le strategie di crescita organica, la stesura del piano editoriale, fino all’editing dei contenuti per essere virali. La metodologia didattica sarà improntata principalmente sulla pratica.

Docente:  Gianluca Bernardi

 

CORSI DI COMUNICAZIONE E MARKETING

 

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza i seguenti corsi rivolti a figure professionali che operano nelle attività di comunicazione e marketing di istituzioni e imprese che abbiano bisogno di aggiornarsi professionalmente, o neolaureati che abbiano voglia di intraprendere un percorso di studi specialistico per introdursi al meglio nel mondo del lavoro.

 

Specialista in Comunicazione digitale

Iscrivendoti al corso sarai in grado di:

Fare un piano di comunicazione

Progettare la presenza digitale

Gestire la visibilità e posizionamento in rete (SEO)

inizio: 15 Novembre - 16 Crediti FPC - Agevolazioni per i giornalisti

 

Specialista in Marketing digitale

Iscrivendoti al corso sarai in grado di:

Fare un piano di marketing

Interpretare i dati applicandoli correttamente nel tuo contesto

Pianificare campagne di marketing digitale

Inizio: 10 Gennaio

 

Specialista in gestione dei Social Media

Iscrivendoti al corso sarai in grado di

Gestire professionalmente i social media per campagne di comunicazione

Gestire l'identità digitale

Utilizzare i socia network sfruttando tutte le loro potenzialità

Inizio: 21 Febbraio - 16 Crediti FPC - Agevolazioni per i giornalisti

 

Centrostudi Giornalismo e Comunicazione la scuola del Centro di Documentazione Giornalistica srl
Telefoni 0669940143 - 066798148 - 066791496 - info@giornalismoecomunicazione.it

Piazza di Pietra, 31 - 00186 Roma - P.Iva 03670431000

LONIGO

A SCUOLA DI DOP/IGP/STG

IL VALORE DELLE DENOMINAZIONI EUROPEE           

 

Mercoledì 23 ottobre Veneto Agricoltura, con la collaborazione dei Consorzi di Tutela del Formaggio Asiago e dei Vini dei Colli Berici e Vicenza, incontrerà gli studenti dell’Istituto Alberghiero Trentin di Lonigo per far conoscere l’importanza delle politiche agroalimentari di qualità e dei marchi DOP/IGP/STG riconosciuti dall’Unione Europea.

 

Nell’ambito del progetto regionale “Festival delle DOP 2019”, Renzo Michieletto di Veneto Agricoltura terrà mercoledì 23 ottobre, dalle ore 10:30 alle 12:30, un incontro con gli studenti delle classi quinte dell’Istituto Alberghiero Trentin di Lonigo-Vi. Finalità dell’iniziativa è quella di far conoscere l’importanza dei regimi di qualità dell’Unione Europea, riconosciuti attraverso i marchi DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta) e STG (Specialità Tradizionale Garantita) assegnati alle 2.979 eccellenze dell’agroalimentare UE, 818 delle quali italiane.

Un settore che in Italia vale complessivamente circa 15 miliardi di euro, di cui 9 mld/euro per il vino e 7 per il food.

All’incontro saranno presenti anche i rappresentanti di due Consorzi di Tutela del territorio vicentino (Luca Cracco per il Consorzio Formaggio Asiago e Giovanni Ponchia per il Consorzio Vini dei Colli Berici e Vicenza) che illustreranno l’esperienza di due importanti produzioni locali a Denominazione, formaggi e vini, con focus particolare sulla promozione e valorizzazione dei prodotti. Non mancherà una breve analisi della situazione che si è venuta a creare in Italia con l’imposizione da parte del Governo USA di pesanti dazi sui prodotti agroalimentari europei.

Il “Festival delle DOP 2019” ha avuto il suo momento di punta lo scorso 19 maggio con la grande esposizione/degustazione di prodotti a marchio UE del Veneto svoltasi a Lazise-Vr, che ha visto il coinvolgimento dei Consorzi di Tutela della nostra regione; nonché con lo svolgimento nella scorsa primavera di una serie di incontri di aggiornamento rivolti agli operatori dei Consorzi di Tutela. Ora, con la ripresa dell’anno scolastico, il progetto “Festival delle DOP 2019” prosegue con alcuni incontri negli Istituti Alberghieri, Agrari e Turistici.

 

CURARE L’ATTIVITÀ MOTORIA DEI DISABILI

UN CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI, ISTRUTTORI, PROFESSIONISTI E VOLONTARI DEL MONDO SPORTIVO

 

Il Comitato regionale del CSAIn, Ente di promozione che riunisce i centri sportivi aziendali e industriali, organizza nei fine settimana di sabato 26 e domenica 27 ottobre e di sabato 17 e domenica 17 novembre un corso di formazione nazionale sul tema “L’attività motoria e sportiva per persone con disabilità: postura, salute, rieducazione, riabilitazione, attività paralimpica”. Il corso si terrà nell’auditorium del Liceo Einstein di via Pacini 16 a Torino nella parte teorica, nella sala congressi e nel palazzetto dell’istituto Primo Levi di corso Unione Sovietica 490 per la parte operativa. È patrocinato dalla Città Metropolitana di Torino ed è rivolto soprattutto ai docenti di tutte le materie delle scuole di ogni ordine e grado. È inoltre aperto ai docenti di scienze motorie non di ruolo, agli istruttori di tutte le discipline sportive e a tutti i professionisti e volontari che a vario titolo seguono le attività motorie dei disabili. Il programma del corso è presente sulla piattaforma SOFIA, il sistema operativo per la formazione e le attività di aggiornamento dei docenti del Ministero della pubblica istruzione.

Per gli ambiti specifici della scuola verranno anche trattati argomenti quali l’orientamento e la dispersione scolastica, la gestione delle classi e le problematiche relazionali, i bisogni individuali e sociali dello studente, l’inclusione scolastica e sociale. Il corso sarà tenuto dal dottor Giorgio Diaferia e da docenti universitari dei Dipartimenti di Medicina e di Scienze Motorie. Alcuni campioni delle discipline paralimpiche esporranno il loro percorso sportivo dalla riabilitazione ai massimi livelli del movimento sportivo internazionale, le metodiche di approccio, avviamento e allenamento nelle diverse discipline. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni dei non docenti (come detto, i docenti si possono iscrivere sulla piattaforma SOFIA) si può consultare il sito Internet www.csain.it, scrivere a csain.torino@gmail.com o a valangamail@gmail.com, contattare la segreteria organizzativa del corso in via Bernardino Luini 170 a Torino, telefono 011-7397256, oppure contattare il Presidente regionale CSAIn Pier Carlo Iacopini al numero di cellulare 339-7105135.

 

“LAVORARE IN PARLAMENTO SI PUÒ"

PARTE IL CORSO DI PREPARAZIONE AI CONCORSI ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

 

Erano tanti anni che non si svolgevano concorsi che offrissero l’opportunità come quella di lavorare ad alto livello all’interno delle Istituzioni Parlamentari. Ora, con il concorso per Consigliere Parlamentare della Camera dei Deputati, è arrivata la prima di una serie di importanti occasioni. È per questo che abbiamo ritenuto essenziale unire le forze prestigiose dell’UNIVERSITÀ eCAMPUS con quelle di CONFASSOCIAZIONI e ITER LEGIS per avviare un percorso di alta preparazione e di supporto alle difficoltà che si celano dietro complesse prove concorsuali come quelle della Camera”.

Lo hanno dichiarato oggi in una nota Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI e Massimo DE MEO, Vice Presidente di CONFASSOCIAZIONI Terzo Settore.
“A distanza di quasi 16 anni dal precedente concorso - ha continuato DE MEO che è anche Presidente di ITER LEGIS - numerosi sono i bandi che saranno emessi da Camera e Senato per gli under 45. Oltre a quello già pubblicato per 30 Consiglieri Parlamentari (figura dirigenziale), saranno banditi diversi altri concorsi per assumere figure professionali a tempo indeterminato a tutti i livelli. Si tratta di concorsi estremamente impegnativi, ma non per questo impossibili. Infatti con una seria e programmata preparazione, fatta non solo di studio ma anche di metodo, si possono avere ottime possibilità.”

“Per questo l’UNIVERSITA eCAMPUS, CONFASSOCIAZIONI e l'associazione ITER LEGIS Progetto Formazione hanno attivato un corso di 100 ore (delle quali 20 online) per aiutare tutti ad impostare la preparazione con approfondimenti ed esercitazioni, sia per le prove scritte, sia per quelle orali, con le migliori professionalità del sistema istituzionale. Ulteriore valore aggiunto - continua il Vice Presidente DE MEO - sarà una giornata di orientamento e valutazione, una sorta di check up formativo, che simulerà le principali caratteristiche della prova preselettiva: si tratta infatti della barriera preventiva per l’accesso al concorso avendo modalità di somministrazione completamente diverse rispetto agli altri concorsi pubblici”.

“La simulazione - ha evidenziato il Direttore Generale di CONFASSOCIAZIONI, Adriana APICELLA - sarà un’importante piattaforma di supporto ai candidati per il superamento del primo e più duro ostacolo. Avere già una prima esperienza senza l’emozione che inevitabilmente ci sarà nel D Day rappresenta un plus di grande rilievo. Se a questo si aggiunge la preparazione personalizzata su materie evolute come quelle richiesta ai futuri Consiglieri Parlamentari della Camera, ecco che questo sforzo di eCAMPUS, CONFASSOCIAZIONI e ITER LEGIS può essere considerato a tutti gli effetti un trampolino di lancio per una carriera brillante che sarà utile per il presente, ma anche per il futuro.”

“Ci siamo e ci crediamo - ha affermato il Presidente di CONFASSOCIAZIONI Angelo DEIANA - perché teniamo molto al futuro del nostro Paese. E aiutare a sviluppare la preparazione e lo standing di chi aspira ad entrare nelle Istituzioni è uno stimolo che ci rende orgogliosi per due motivi: il primo è l’importanza strategica che abbiamo sempre dato alla conoscenza come fattore competitivo e vincente in un mondo selettivo e rapido come il nostro. Il secondo, più scontato ma da non sottovalutare, è la buona gestione di una qualsiasi realtà aziendale, pubblica o privata, fatta da uomini e donne preparati e performanti. Il test che abbiamo strutturato può essere considerato un vero e proprio banco di prova per comprendere se ci sono possibilità di riuscita”.

 

LAUREA IN GESTIONE IMMOBILIARE

 

“Formare i giovani e adeguare le competenze verso nuove figure professionali di chi è già nel mondo del lavoro è un’esigenza concreta e immediata nel settore immobiliare. È stato questo il leit motive che ha fatto nascere il nuovo percorso di formazione triennale in Gestione d’impresa ad indirizzo immobiliare presso l’Università MERCATORUM promosso da FIAIP in collaborazione con CONFASSOCIAZIONI”. Lo hanno dichiarato Franco PAGANI, Vice Presidente Vicario Aggiunto di CONFASSOCIAZIONI e Paolo RIGHI, Presidente di CONFASSOCIAZIONI Immobiliare, entrambi presenti insieme al Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA all'Assemblea di metà mandato della FIAIP (Napoli 10-12 ottobre 2019)”.

“Il mondo del lavoro è in continua evoluzione e per diventare o restare competitivi - ha proseguito PAGANI - è importante avere processi di ‘life long learning’ anche in maniera trasversale su diversi saperi. Il segmento immobiliare comprensivo di tutti i suoi servizi associati è sicuramente uno di quei settori che ha bisogno di far incrociare le capacità e le competenze trasversali dell’intera filiera. La collaborazione tra CONFASSOCIAZIONI e FIAIP con questo nuovo percorso di laurea dell’Università Mercatorum si pone proprio questo obiettivo: offrire ai professionisti del settore uno strumento in più per vincere sul mercato”.

“La laurea triennale in Gestione d’impresa ad indirizzo immobiliare - ha proseguito il Presidente di CONFASSOCIAZIONI Immobiliare e Past Presidente della FIAIP, Paolo RIGHI - offre senza dubbio questa opportunità ed è adeguata sia per la formazione di coloro che entrano per la prima volta nel mercato del lavoro, sia per un adeguamento delle competenze per coloro che già operano nel settore come ad esempio gli agenti immobiliari, gli amministratori condominiali, i tecnici dell’edilizia e delle costruzioni (geometri, periti ) e tutti gli operatori, anche finanziari, che si occupano di questo segmento.”

“Indubbiamente - ha concluso il Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA, che è anche Vice Presidente di Auxilia Finance Spa, l’importante società finanziaria della FIAIP - il percorso di laurea che nasce dalla sinergia tra Mercatorum e FIAIP ha il valore aggiunto di implementare i livelli formativi di tutti i professionisti del mondo immobiliare. Infatti Il settore dei servizi è in continua trasformazione perché oggetto di processi competitivi sempre più dinamici e globali come quelli generati dalle reti, fisiche e digitali. Per questo, per vincere oggi, è fondamentale unire competenza, passione, esperienza, condivisione in rete e capacità di guardare oltre”.

 

Young International Forum

Roma - Mercoledì 9 ottobre

Tre giorni per orientarsi nella scelta dell’Università e del lavoro e rispondere alla carenza di laureati

 

Cento operatori all’Ocse, 500 posizioni aperte da Italo, 300 traduttori al Parlamento Europeoe Commissione UE, 600 alla TIM, 500 da Netflix, 120 da Amazon. Sono alcune delle opportunità che i giovani troveranno allo Yif 2019 consultando la piattaforma “Like Fogg”. Così Italia Education riporta a Roma il più grande salone di internazionalizzazione del Paese.

XI edizione

Roma, 9-10-11 OTTOBRE 2019

ore 9.00 – 14.00

Pratibus district

Mancano laureati: tra il 2019 e il 2023 si stima un fabbisogno occupazionale di almeno 823.400 laureati. Le lauree del gruppo economico sociale impiegheranno il 24% di questi posti con 194.000 unità, segue l’area umanistica al 21% con 175.000 unità, quella di ingegneria-architettura con il 19% e con 156.000 unità, quella medico-sanitaria.

L’undicesima edizione dello “Young International Forum”, dal 9 all’11 ottobre a Roma, vuole così rispondere a questa carenza con un orientamento sempre più mirato verso l’Università, il lavoro e l’estero, grazie anche alla piattaforma digitale “LikeFogg”, che presenterà le ultimissime offerte di lavoro, stage, tirocini e borse di studio.

Tre giorni, negli spazi del Pratibus District di Roma, durante i quali sono previsti migliaia di giovani provenienti da tutta Italia in cerca di informazioni, orientamento ed opportunità per far partire il proprio progetto di carriera sia in ambito di studio che di lavoro. Sono infatti 3 milioni i ragazzi che non lavorano, non studiano e non sono in un percorso di formazione. Il 26% nella fascia tra i 18 e i 24 anni, contro una media Ocse del 14%; il 23% nella fascia tra i 25/29enni, contro una media Ocse del 11%. Laboratori, punti informativi, seminari, colloqui, test attitudinali, giochi di gruppo e aree espositive saranno quindi i punti di riferimento della manifestazione, con uno sguardo privilegiato al fare impresa attraverso “Startapper School Academy”, programma della Regione Lazio per la promozione dell’imprenditorialità.

SCELTA DELL’UNIVERSITÀ

Diversi gli spazi allo YIF dedicati all’orientamento. L’area tutor, dove docenti e tutor di Italia Education saranno a disposizione per offrire un primo colloquio orientativo per scegliere al meglio il proprio percorso di studi; l’area informativa, dove Istituzioni, Università, Accademie ed Enti di Formazione potranno rispondere alle domande dei ragazzi, un luogo dove incontrare direttamente i responsabili di ateneo e gli addetti ai lavori. E poi, il workshop di Orientamento Post Diploma, con le informazioni utili alla scelta dell’Università, per guidare i ragazzi verso una scelta autonoma e responsabile, attraverso la consapevolezza del sé, delle proprie risorse e competenze. E quello sulla preparazione del test di Medicina.

ESTERO

Per chi volesse intraprendere un percorso di studio, di aggiornamento, o di lavoro all’estero, al salone sarà consultabile la piattaforma digitale “LikeFogg”, che presenterà le offerte di lavoro selezionate di recente, stage e tirocini, borse di studio. Inoltre, saranno a disposizione dei visitatori ben 15 guide di altrettanti Paesi stranieri. La Fulbright Commission presenterà le borse di studio negli Stati Uniti; l’Ambasciata di Spagna le opportunità di studio e lavoro nella penisola Iberica; l’Ambasciata del Giappone propone borse di studio e il programma di scambi internazionali Japan Exchange and Teaching Programme; il DAAD Tedesco le opportunità di studio in Germania; la Repubblica Ceca.

LAVORO

Opportunità di stage, tirocini, premi e borse, lavoro vero e proprio, volontariato e scambi culturali. Previsti inoltre workshop sul percorso di selezione del personale: il CV, la lettera di presentazione e il colloquio di lavoro. “Le competenze trasversali utili per il mondo del lavoro” è il seminario riservato a quanti si interrogano sulle aspettative delle imprese in tema di professionalità da acquisire. Gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, invece, potranno sfidarsi a colpi di “JOBS”, il gioco da tavolo pensato per trasferire ai ragazzi i concetti del lavoro attraverso una modalità ludica.

FARE IMPRESA

Ai tanti ragazzi che pensano di realizzare e creare una startup, sarà dedicato l’incontro dal titolo: “Mettersi in gioco nell’Impresa”. Grazie a “Startapper School Academy”, programma della Regione Lazio per la promozione dell’imprenditorialità, i partecipanti potranno giocare simulando la nascita di una start up. Ai potenziali imprenditori partecipanti sarà messo a disposizione un test sull’autoimprenditorialità che esprimerà in punteggio lapropria potenzialità nel fare impresa.

#MaipiùNeet è l’hastag scelto quest’anno per sensibilizzare la politica, le imprese, la società civile verso un tema ancora molto sottovalutato: ovvero quello che riguarda la condizione di milioni di ragazzi che non lavorano, non studiano e non sono impegnati in nessun percorso formativo.

“Il mondo del lavoro e delle professioni è attraversato da profonde trasformazioni dovute alla Digital Transformation e all’economia circolare. Dobbiamo aggiornare il sistema della formazione tutto, per consentire ai nostri giovani di acquisire saperi e competenze che gli consentano di stare al passo con i tempi e le richieste delle aziende, pubbliche e private che siano. Allo Young International Forum, trasmetteremo ai giovani visitatori il senso di questo cambiamento e la strada da intraprendere per legare le loro scelte agli scenari futuri. È quanto ha dichiarato Mariano Berriola, presidente della Fondazione Italia Education, che si occupa dei contenuti dello YIF 2019.

La Regione Lazio partecipa all’iniziativa con i fondi SIE.

 

ROMART 2019

APERTE LE ISCRIZIONI ALLA TERZA EDIZIONE DELLA

BIENNALE INTERNAZIONALE DI ARTE E CULTURA DELLA CITTÀ DI ROMA

DAL 20 AL 24 NOVEMBRE IN MOSTRA LE OPERE DI ARTISTI INTERNAZIONALI

 

Aperte le iscrizioni per la terza edizione di RomArt, la Biennale Internazionale di Arte e Cultura della città di Roma in una veste ancora rinnovata. A novembre e più precisamente dal 20 al 24, l’evento si presenta ancora una volta negli spazi museali dello Stadio di Domiziano, uno dei più suggestivi siti archeologici del I secolo d.C nella splendida cornice di Piazza Navona, affiancato questa volta dalle sale del magnifico Palazzo Velli a Trastevere, storica dimora nobiliare romana. Come sempre la biennale di Roma raccoglie artisti da ogni continente, per una manifestazione caratterizzata dalle solite 4 sezioni espositive dedicate rispettivamente a pittura, scultura e installazione, fotografia e grafica, video e digital Art.

Cinque i giorni dedicati questa volta alla mostra che sarà inaugurata il 20 novembre, con una cerimonia dedicata agli artisti, alla stampa, alla critica e agli invitati in lista e che prevede l’assegnazione dei premi.

La scelta curatoriale puntava già dalla prima edizione del 2015, che vide esposte circa 2.000 opere di 540 artisti provenienti da 54 Paesi del mondo, ad un cambiamento che portasse ad una crescita e ad una dislocazione dell’evento in più aree della città.

L’idea di un connubio tra antico e moderno resta viva in entrambe le sedi espositive che, anche se in epoche diverse, costituiscono tra storia e contemporaneità, il punto focale di una iniziativa che riflette sulle nuove rette dei linguaggi artistici mondiali in un confronto sempre vivo tra storia e tradizioni del nostro Patrimonio culturale.

Promozione dell’arte e cultura internazionale a Roma, da sempre la prima donna in fatto di Arte, Tradizioni e Cultura.

INAUGURAZIONE:

Mercoledì 20 novembre 2019, ore 19

Stadio di Domiziano, Via di Tor Sanguigna, 3 – Roma

Sito web: www.romart.org

Per info: info@romart.org

 

Storytelling
uno straordinario strumento di comunicazione

Milano - 16 Ottobre 2019

formazione professionale continua dei giornalisti

 

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza il corso di formazione "Storytelling: uno straordinario strumento di

comunicazione", valido 8 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 16 Ottobre 2019, dalle 9:30 alle 18:00, presso Emit Feltrinelli - Piazzale A.Cantore 10 - Milano.

La partecipazione è aperta a tutti. Il corso fornisce crediti formativi unicamente agli iscritti all'Albo dei Giornalisti.

Per informazioni: Andrea Tirone - andreatirone@cdgweb.it - Tel. 06.6791496

Centristudi Giornalismo e Comunicazione – Scuola del Centro di Documentazione Giornalistica

Piazza di Pietra, 31 - 00186 Roma - Tel. 0669940143 - 066798148 – 066791496

www.giornalismoecomunicazione.it - info@giornalismoecomunicazione.it

 

ROMART 2019

APERTE LE ISCRIZIONI ALLA TERZA EDIZIONE DELLA

BIENNALE INTERNAZIONALE DI ARTE E CULTURA DELLA CITTÀ DI ROMA.

DAL 20 AL 24 NOVEMBRE IN MOSTRA LE OPERE DI ARTISTI INTERNAZIONALI

 

Aperte le iscrizioni per la terza edizione di RomArt, la Biennale Internazionale di Arte e Cultura della città di Roma in una veste ancora rinnovata. A novembre e più precisamente dal 20 al 24, l’evento si presenta ancora una volta negli spazi museali dello Stadio di Domiziano, uno dei più suggestivi siti archeologici del I secolo d.C nella splendida cornice di Piazza Navona, affiancato questa volta dalle sale del magnifico Palazzo Velli a Trastevere, storica dimora nobiliare romana. Come sempre la biennale di Roma raccoglie artisti da ogni continente, per una manifestazione caratterizzata dalle solite 4 sezioni espositive dedicate rispettivamente a pittura, scultura e installazione, fotografia e grafica, video e digital Art.

Cinque i giorni dedicati questa volta alla mostra che sarà inaugurata il 20 novembre, con una cerimonia dedicata agli artisti, alla stampa, alla critica e agli invitati in lista e che prevede l’assegnazione dei premi.

La scelta curatoriale puntava già dalla prima edizione del 2015, che vide esposte circa 2.000 opere di 540 artisti provenienti da 54 Paesi del mondo, ad un cambiamento che portasse ad una crescita e ad una dislocazione dell’evento in più aree della città.

L’idea di un connubio tra antico e moderno resta viva in entrambe le sedi espositive che, anche se in epoche diverse, costituiscono tra storia e contemporaneità, il punto focale di una iniziativa che riflette sulle nuove rette dei linguaggi artistici mondiali in un confronto sempre vivo tra storia e tradizioni del nostro Patrimonio culturale.

Promozione dell’arte e cultura internazionale a Roma, da sempre la prima donna in fatto di Arte, Tradizioni e Cultura.

INAUGURAZIONE:
Mercoledì 20 novembre 2019, ore 19

Stadio di Domiziano, Via di Tor Sanguigna, 3 – Roma

Sito web: www.romart.org

Per info: info@romart.org

Referente artisti: Antonella Testi +39 347 2342493

 

Master in Comunicazione e Marketing Digitale 2019/2020

VI Edizione

Roma | Milano

Aperte le iscrizioni

Crediti per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti e agevolazioni per gli iscritti all'Albo

 

Il Master si rivolge a figure professionali che operano nelle attività di comunicazione e marketing di istituzioni e imprese che abbiano bisogno di aggiornarsi professionalmente, o neolaureati che abbiano voglia di intraprendere un percorso di studi specialistico per introdursi al meglio nel mondo del lavoro.

Iscrivendosi al Master si è in grado di:

·                     Fare un piano di comunicazione

·                     Fare un piano di marketing

·                     Progettare la tua presenza digitale

·                     Gestire professionalmente i social media per campagne di comunicazione

·                     Gestire la visibilità e posizionamento in rete (SEO)

·                     Pianificare campagne di marketing digitale

Organizzazione: Centrostudi Giornalismo e Comunicazione

Direttore del Master: prof. Enrico Cogno

Condirettore: Giulio Scaccia

Coordinatori area digitale: Daniele Chieffi e Stefano Chiarazzo

Il Centro studi Giornalismo e Comunicazione offre la possibilità di iscriversi con uno sconto del 50% sul prezzo di listino. Per i giornalisti pubblicisti e professionisti iscritti all'Albo è prevista un'ulteriore agevolazione di € 600:

€ 2.900 iva inclusa per i giornalisti;

€ 3.500 iva inclusa per i non giornalisti.

Per le società che aderiscono a Fondoimpresa è possibile iscrivere i propri dipendenti gratuitamente.

Per maggiori informazioni sul Master e contatti

Centrostudi Giornalismo e Comunicazione

Piazza di Pietra, 31 - 00186 Roma

Telefoni 0669940143 - 066798148 – 066791496

www.giornalismoecomunicazione.it

info@giornalismoecomunicazione.it - master@giornalismoecomunicazione.it

 

Storia e presupposti di un’idea, tra falsità e orrori

Corso di formazione per docenti e educatori

 

Museo delle Civiltà (Roma), in collaborazione con la Fondazione del Museo della Shoah (Roma) e Associazione 21 luglio onlus.

Il corso sviluppa i temi della razza e razzismo attraverso un percorso interdisciplinare. Partendo da un excursus storico del concetto di razza e dalle sue molteplici implicazioni storiche e sociali, verranno presentate le più recenti conoscenze e riflessioni sulla variabilità e unitarietà dell’umanità.

Il programma si articola in una serie di moduli didattici costituiti da lezioni frontali, visite a specifiche sezioni espositive dei musei, esercitazioni pratiche e discussioni collettive. Verranno forniti materiali didattici e un attestato di frequenza.

Moduli didattici con orario 16:00-19:00:

Data

Modulo

Docente

6 novembre 2019

Presentazione del corso
L’etnogeografia degli antichi. La nascita e le prime implicazioni dell’idea di razza nel XV secolo

Filippo Maria Gambari
Direttore
Museo delle Civiltà

20 novembre 2019

Razzismo e colonialismo in Africa

Gaia Delpino
Funzionario Demoetnoantropologo
Museo delle Civiltà

4 dicembre 2019

Razzismo e colonialismo nelle Americhe

Donatella Saviola
Funzionario Archeologo
Museo delle Civiltà

8 gennaio 2020

Le leggi antiebraiche del fascismo: origini, sviluppi, memorie.
Presso il Museo della Shoah (Roma), Via del Portico d'Ottavia, 29.

Amedeo Osti Guerrazzi
Docente in Storia contemporanea
Fondazione Museo della Shoa

22 gennaio 2020

La memoria della Shoah: cosa, come e perché insegnare

David Meghnagi
Professore di Psicologia Clinica, Psicologia dinamica e Psicologia
Roma Tre 

5 febbraio 2020

L’evoluzione umana alla luce delle più moderne scoperte dell’antropologia

Luca Bondioli
Funzionario Antropologo
Museo delle Civiltà

19 febbraio 2020

“Razze” umane? Cosa dicono oggi i i dati antropologici e genetici

Alessandra Sperduti
Funzionario Antropologo
Museo delle Civiltà

4 marzo 2020

L'antropologia culturale oggi e il superamento dell'evoluzionismo culturale e del diffusionismo

Rosa Anna Di Lella
Funzionario Demoetnoantropologo
ICDEA - Museo delle Civiltà

18 marzo 2020

Comunità Rom e Sinti in Italia. Un mondo di mondi

Carlo Stasolla
Associazione 21 luglio Onlus

8 aprile 2020

L'utilizzo dei musei come strumento didattico contro il razzismo.

Sintesi conclusive e riepilogo.

Gabriella Manna
Funzionario Storico dell’arte
Museo delle Civiltà

Filippo Maria Gambari

Informazioni

Sede degli incontri

Tutti gli incontri si svolgeranno a Roma al Museo delle Civiltà (EUR), Piazza Guglielmo Marconi 14, ad eccezione del modulo “Le leggi antiebraiche del fascismo: origini, sviluppi, memorie” che si terrà presso il Museo della Shoah (Roma), Via del Portico d'Ottavia, 29. Il modulo comprende anche una visita guidata al Museo. 

Destinatari 
Insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado e di ogni disciplina curricolare, educatori, operatori museali, studenti o laureati in discipline biologiche, antropologiche, storiche, archeologiche, museali, pedagogiche e della formazione. I gruppi di lavoro saranno formati da non meno di 12 e non più di 40 partecipanti. In caso di eccedenza di richieste si terrà conto della data d’iscrizione come elemento di priorità.

Costo del corso

L’iscrizione al corso è di 70,00 € euro da versare:

1 - utilizzando la carta docente mediante iscrizione sulla piattaforma SOFIA- MIUR – numero di corso 18657

Al termine dell’iscrizione si chiede di inviare mail con i propri contatti a alessandra.sperduti@beniculturali.it

2 – Mediante bonifico a: MUSEO DELLE CIVILTA’

Intesa SanPaolo

IBAN: IT79V0306905020100000046110

Indicare nella causale: Nome e Cognome – corso Razze e Razzismi

Inviare copia del bonifico a mu-civ@beniculturali.it,a alessandra.sperduti@beniculturali.it, nella mail si prega di inserire i dati personali e contatti mail e telefonici.

I docenti possono usufruire del bonus di € 500,00  della carta del docente (informazioni più approfondite su https://cartadeldocente.istruzione.it/) per tutte le finalità previste dall'art. 1, comma 121, Legge 107/2015 ed in particolare per iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015.

CONTATTI

Segreteria organizzativa e didattica:

Alessandra Sperduti (alessandra.sperduti@beniculturali.it)

Gabriella Manna (gabriella.manna@beniculturali.it)

 

corso di Social Media Strategy & Digital P.R.

 

La Federazione Italiana Comunicatori e Operatori Multimediali  apre le iscrizioni alla terza edizione corso di Social Media Strategy & Digital P.R., che si svolgerà a Roma sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 (ore 10:00-14:00/15:00-19:00) per un totale di 15 ore tra didattica frontale e attività pratiche e di laboratorio. 

La quota complessiva di iscrizione al corso è di € 250,00, a tutti coloro che si iscriveranno entro e non oltre il 15 settembre 2019 verrà applicato uno sconto del 10% su tale quota, pagheranno quindi solo € 225,00.

Il social media manager non è il professionista del futuro ma quello del presente, progettare piani di comunicazione sulle piattaforme digitali, gestire campagne pubblicitarie sfruttando la SEO, analizzare le statistiche di una campagna social, ideare contest ed attività creative per il coinvolgimento attivo dei propri follower, sono le competenze richieste oggi da aziende ed Enti pubblici e privati.

Dai profili alle pagine, dalle immagini ai video, dai like alle condivisioni, con gli strumenti messi a disposizione a costo zero dalle piattaforme social, si raggiungono nuovi obiettivi di business e di consolidamento e crescita del proprio mercato di riferimento.

Una preponderante attività pratica affianca la didattica frontale che sarà sempre supportata da laboratori e project work. I partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro svolgeranno un'attività di simulazione professionale mettendo in campo, guidati dai docenti, le competenze apprese, affronteranno eventuali criticità imparando a trasformarle in punti di forza.
I docenti del corso sono: Luca Garosi, giornalista professionista, capo redattore di Rai News24, docente di  "Strategie di comunicazione in rete" all'Università degli Studi di Perugia e già coordinatore della Scuola di giornalismo radio televisivo della Rai, Federica Nastasia, esperta di storytelling, social media manager, ufficio stampa, collabora con Zètema società interamente partecipata da Roma Capitale, ha fondato l'ufficio stampa "Anomalia Social Press" con cui ha curato la comunicazione di numerosi eventi culturali sul territorio nazionale, Adriano Sgobba, collaboratore giornalistico e scrittore, è social media manager della testata online di cultura e spettacolo Recensito dove è inoltre capo redattore della sezione “Teatro”, è fondatore dell'ufficio stampa "Anomalia Social Press", Daniele Sidonio, è social media manager della testata online di cultura e spettacolo Recensito dove è inoltre capo redattore della sezione “Musica”, autore del libro di critica musicale "Mi si scusi il paragone, canzone d'autore e letteratura da Guccini a Caparezza" è membro di giuria alle Targhe Tenco assegnate annualmente a Sanremo.

Per iscriversi è necessario compilare in ogni sua parte la domanda di ammissione tutte le informazioni sono disponibili nella sezione formazione del nostro sito www.feicom.it 

Il corso è accessibile a tutti e le iscrizioni sono aperte fino al 01 ottobre 2019.

Info

Il corso si svolge a Roma presso la sede didattica "Coaster" di Via Caio Mario, n°14/B (raggiungibile con la metro linea "A" direzione Battistini, fermata Ottaviano" e proseguendo a piedi per circa 200 mt.).

Altre informazioni sono disponibili scrivendo a: formazione@feicomservizi.it

 

L'UNIVERSITÀ CAMBIA

ECCO COME DIVENTARE ANALOGISTI, PROFESSIONISTI DEL BENESSERE EMOTIVO

 

Sempre più ricchi i corsi proposti dall'Università Popolare "Stefano Benemeglio" delle Discipline Analogiche (UPDA) che per l'anno accademico 2019-2020 includono un corso di studio in Ipnosi Benemegliana (linguaggi emotivi non verbali), un corso di studio in Comunicazione Analogica Non Verbale, un corso di studio in Filosofia Analogica, un corso di studio in Fisioanalogia per il Benessere e la Salute ed un corso di studio professionale per l'Attività di Analogista.

L'ateneo, iscritto al Cnupi che gode di personalità giuridica riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Scientifica (cfr. GU 203 del 30.8.91) ed all'Anagrafe Nazionale degli Istituti di Ricerca (cod. 4179OYCU), intende così mantenersi dinamico interpretando le richieste di un mercato del lavoro in continua evoluzione, pur riaffermando i suoi valori tradizionali.

«L'obiettivo principale è quello di fare degli studenti che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro persone consapevoli e motivate sul piano dell'impegno e dell'etica sociale» spiega Samuela Stano, presidente dell'Università Popolare "Stefano Benemeglio" delle Discipline Analogiche, unica istituzione professionalizzante che oggi forma gli «analogisti» in Italia (e all'estero).

Il quadro di riferimento è quello di un contesto fortemente orientato a mettere in opera un modello formativo avanzato in grado di abbinare una preparazione ottimale al mondo professionale con la promozione dei valori etico-sociali che assegni pieno valore alla centralità della persona.

Per il prossimo anno accademico compaiono così i corsi della Formazione Integrale in Discipline Analogiche (FIDA) che fanno parte del percorso di studi per conseguire i titoli di «trainer analogico» e quello avanzato di «analogista».

In entrambi i casi si incomincia dal «Corso di studio in Ipnosi Benemegliana». La prima fase di ricerca sullo studio dell'emotività e del comportamento dell'uomo dello psicologo Stefano Benemeglio parte proprio da qui: dall'ipnosi, per capire come si comporta l'individuo sottoposto a determinati stimoli sensoriali.

Segue poi il «Corso di studio in Comunicazione Analogica Non Verbale» per approfondire lo studio delle interazioni dal punto di vista dell'analogia ed il «Corso di studio in Filosofia Analogica» che può essere riassunta nelle parole di Stefano Benemeglio: «la felicità è perseguire i propri sogni in piena libertà ed in pace con la propria coscienza».

Completano poi l'offerta formativa il «Corso di studio in Fisioanalogia per il Benessere e la Salute», l'ultimo nato dagli studi di Stefano Benemeglio, che analizza il rapporto tra il corpo e la mente, ed il «Corso di studi professionale per l'Attività di Analogista», ultimo step per il conseguimento del titolo di analogista.

Certo orientarsi tra le innumerevoli proposte degli atenei italiani non è proprio facile. Una scelta tanto difficile quanto fondamentale per la vita professionale futura delle matricole che oggi -contrariamente al passato quando i corsi erano più generalisti- devono scegliere da subito l'orientamento specifico del loro percorso di studi. E chi è ancora incerto ha poco tempo per decidere, dovendo riflettere con maggiore attenzione sul proprio progetto formativo.

Qualche suggerimento? «In linea generale bisogna riflettere soprattutto su che tipo di attività si desidera intraprendere in futuro e chiedersi se vi siano effettive possibilità di impiego nel settore di interesse e nell'area geografica in cui si desidera inserirsi. In caso di risposta affermativa si è già a buon punto, ora bisogna solo identificare quale siano i percorsi formativi che consentono di acquisire le conoscenze necessarie per poter svolgere proficuamente l'attività che si desidera intraprendere» puntualizza lo psicologo Stefano Benemeglio, padre delle Discipline Analogiche.

L'idea dell'UPDA è proprio quella di preparare gli studenti ad affrontare gli impegni professionali con consapevolezza e responsabilità mediante l'attivazione di numerosi corsi in grado di interpretare le richieste di un mercato del lavoro sempre più esigente. Così le attività didattiche vengono articolate non solo in lezioni frontali, ma anche in seminari interdisciplinari, incontri con esperti di settore e soprattutto attività di laboratorio differenziate per curriculum.

Grazie alla sua forte vocazione umanistica l'ateneo è riuscito a creare un ambiente stimolante in cui gli studenti vengono continuamente seguiti ed ascoltati attraverso un'attenta attività di counseling, tutoring ed orientamento. Il tratto distintivo dell'UPDA risiede proprio nella capacità di coniugare l'attenzione rivolta al progresso scientifico con una forte vocazione umanistica.

La Formazione Integrale in Discipline Analogiche dell'UPDA, accreditata anche quale ente di formazione ai sensi del DM 177/2000, consta complessivamente di 400 Crediti Formativi (ECPU) e si completa appunto con seminari di tipo specialistico, convegni, master class e tirocini.

Quali sono i campi di azione? «La profonda conoscenza delle discipline analogiche rappresenta un prezioso strumento di orientamento utile sia alle singole persone sia in contesti professionali, aziendali e per i gruppi in generale. L'analogista trasferisce inedite competenze per la lettura delle dinamiche emotive e per una comunicazione realmente efficace» risponde il presidente dell'Università Popolare "Stefano Benemeglio" delle Discipline Analogiche.

L'analogista può infatti sia operare nel privato per il riequilibrio emozionale a livello individuale, che operare in ambiti professionali, aziendali e nei gruppi in generale, collaborando con enti e associazioni di sostegno giovanile, lavorando all'interno di scuole ed università oppure operando all'interno di strutture socio-sanitarie.

«L'inserimento lavorativo è immediato. Molti iniziano come liberi professionisti ed in realtà come Roma o Milano hanno fin da subito gli studi pieni. Altri oltre alle sedute propongono anche corsi per le aziende» assicura Samuela Stano.

Il periodo di disoccupazione dopo aver completato il corso di studi non dura più di 6 mesi. Entro tale termine lavora il 100% degli analogisti, contro una media nazionale del 73,5% a 3 anni dalla fine degli studi.

La popolazione studentesca all'UPDA tocca oggi le mille presenze e conta circa 50 docenti. La percentuale di studenti in corso è pari a 100, contro una media nazionale del 55%.

Il 52% degli iscritti sono donne e gli studenti fuori corso rappresentano appunto un valore pari a zero, forse anche grazie all'ottimo rapporto docenti-discenti: circa un professore ogni 20 alunni.

Grazie alla sua capillare distribuzione sul territorio nazionale, l'ateneo ha assunto una caratteristica inconsueta nel panorama italiano, proponendo la sua offerta formativa in 16 città italiane (Roma, Milano, Bari, Torino, Genova, Verona, Padova, Rimini, Bologna, Perugia, Pescara, Brindisi, Taranto, Cagliari, Sassari e Trapani) e perfino in Brasile.

Per ulteriori informazioni sull'offerta formativa si può consultare il sito dell'ateneo (www.upda.it) oppure scrivere all'indirizzo di posta elettronica segreteria@upda.it oppure ancora contattare il Numero Verde 800 910179 o telefonare al mobile +393296595741. (AJ-Com.Net). AJ/LL 07 AGO 2019 09:00 NNNN

 

DELES ACADEMY e POLI.DESIGN MILANO per un nuovo corso di alta formazione

Deles Academy, il polo formativo di Deles Group, azienda che opera da 50 anni nel settore dell'imballaggio, supply chain, automazione del fine linea, il 17 settembre alle ore 11.00 apre le porte della storica sede di Uboldo a istituzioni e autorità per presentare la nuova struttura, la mission formativa e un nuovo corso di alta formazione, realizzato in collaborazione con il Poli.Design, ente formativo del Politecnico di Milano, pensato per coniugare le esigenze del mondo delle imprese, la proposta formativa accademica e la richiesta di specializzazione dei giovani nell’ambito del design applicato all’imballaggio. A partire da Novembre, Deles Academy ospiterà la prima edizione del corso “ Packaging Engineering & Design”, dedicato a tutti professionisti e ai ragazzi che vogliono approfondire i temi della progettazione e gestione di un imballaggio. Dal 2017 l’azienda propone corsi di alta formazione pensati per valorizzare il capitale umano delle imprese e contribuire al loro sviluppo.In occasione della presentazione, sarà organizzata una tavola rotonda alla quale prenderanno parte figure di spicco del mondo accademico e industriale, che vedrà l'autorevole presenza dell'ex Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Romano Prodi.La tavola rotonda verterà sul tema "Dalla sinergia tra impresa e università nasce la formazione d'eccellenza", un confronto sull’unione tra impresa e università, volta a costruire un modello di stretta collaborazione e contaminazione tra le 2 realtà, offrendo competenze specialistiche ai nuovi professionisti del settore e aiutando i giovani a comprendere meglio le dinamiche aziendali.

 

FACTOR YMPRESA TURISMO

Si tratta di un programma promosso dal Mipaaft (Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo) e gestito da Invitalia che offre servizi di accompagnamento e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica.

FINALITÀ: far crescere qualitativamente l'offerta turistica e rendere l'Italia più competitiva sui mercati internazionali.

BENEFICIARI: Possono accedere al programma persone fisiche di maggiore età, individualmente o in team, che in caso di ammissione alle agevolazioni si impegnino a costituire un’impresa in qualsiasi forma giuridica; oppure singole imprese costituite in qualsiasi forma giuridica e la cui data di costituzione non sia anteriore al 1° gennaio 2014; oppure startup innovative regolarmente costituite e iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese.

IDEA PROGETTUALE: gli innovatori in startup dovranno inviare a Invitalia un’idea progettuale centrata su una delle seguenti aree tematiche: 1) Accessibilità fisica; 2) Accessibilità delle informazioni; 3) Accessibilità generazionale; 4) Accessibilità culturale.

CALL INVITALIA: c’è tempo fino alle ore 10.00 del 16 settembre 2019 per rispondere alla call e presentare a Invitalia il proprio progetto di business sul tema del turismo accessibile, in grado di pensare a soluzioni capaci di abbattere ogni ostacolo legato a condizioni fisiche, di età, salute, ceto sociale e livello culturale e proporre soluzioni per superarli, al fine di ampliare il più possibile la fruibilità del nostro paese ai viaggiatori che domandano servizi specifici in ragione della propria condizione di vita.

AGEVOLAZIONE: le agevolazioni, progressive per fasi e cumulabili, consistono:

FASE 1): in un beneficio reale in servizi di accompagnamento e mentoring per un valore di € 1.500,00;

FASE 2): in un contributo in denaro di € 10.000,00.

PROCEDURA: Invitalia selezionerà le migliori 20 proposte progettuali che guadagneranno la partecipazione all’Accelerathon, una full immersion di 36 ore dove mentor e tutor di Invitalia lavoreranno insieme agli startupper per “accelererare” lo sviluppo dei progetti dei team per accompagnarli fino al pitch finale davanti ad una giuria. Tutto questo succederà alla Coffee House di Roma, il 27 e 28 settembre 2019, in un contesto prestigioso e di grande visibilità per tutte le startup finaliste: il World Tourism Event che ospiterà i vincitori di Factory per la premiazione.

PREMIAZIONE: saranno premiati i migliori 10 progetti d’impresa con un contributo economico di 10.000 euro ciascuno, a cui si aggiungono i servizi di accompagnamento forniti da Invitalia.

SCADENZA: 16 settembre 2019

 

Corso online di Giornalismo Digitale

Teorie, pratiche e strumenti dell’informazione e della comunicazione nel mondo della rete

 

Nuovi media, nuove professioni, nuove opportunità. L'informazione e la comunicazione si spostano in rete e gli specialisti del settore sono chiamati ad affrontare le sfide dell'era digitale. Questo corso fornisce un percorso mirato ad acquisire le competenze per destreggiarsi nelle complessità della rete.

A CHI È RIVOLTO?

A quanti operano nella sfera dell'informazione e della comunicazione. Il giornalista, il blogger, il social media manager, il content manager e tutti coloro che si occupano o si interessano di comunicazione troveranno in questo corso il know how per muoversi agevolmente nei nuovi contesti digitali.

F.P.C.
Il corso prevede il riconoscimento di 8 crediti per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti.

Il corso è costituito da una piattaforma di insegnamento a distanza (elearning) con 10 lezioni da visualizzare e 10 serie di quiz di autovalutazione, più tre volumi cartacei sui quali studiare.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza e per i giornalisti saranno riconosciuti 8 crediti formativi.

Informazioni ed iscrizioni:

Centro di Documentazione Giornalistica S.r.l. - Piazza di Pietra, 31 - 00186 Roma  Tel. 06.6791496 - 06.69940143 - www.cdgedizioni.it - info@cdgweb.it

 

corso di Social Media Strategy & Digital P.R.

 

La Federazione Italiana Comunicatori e Operatori Multimediali  apre le iscrizioni alla terza edizione corso di Social Media Strategy & Digital P.R., che si svolgerà a Roma sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 (ore 10:00-14:00/15:00-19:00) per un totale di 15 ore tra didattica frontale e attività pratiche e di laboratorio. 

La quota complessiva di iscrizione al corso è di € 250,00, a tutti coloro che si iscriveranno entro e non oltre il 30 giugno 2019 verrà applicato uno sconto del 15% su tale quota, pagheranno quindi solo € 212,50.

Il social media manager non è il professionista del futuro ma quello del presente, progettare piani di comunicazione sulle piattaforme digitali, gestire campagne pubblicitarie sfruttando la SEO, analizzare le statistiche di una campagna social, ideare contest ed attività creative per il coinvolgimento attivo dei propri follower, sono le competenze richieste oggi da aziende ed Enti pubblici e privati.

Dai profili alle pagine, dalle immagini ai video, dai like alle condivisioni, con gli strumenti messi a disposizione a costo zero dalle piattaforme social, si raggiungono nuovi obiettivi di business e di consolidamento e crescita del proprio mercato di riferimento.

Una preponderante attività pratica affianca la didattica frontale che sarà sempre supportata da laboratori e project work. I partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro svolgeranno un'attività di simulazione professionale mettendo in campo, guidati dai docenti, le competenze apprese, affronteranno eventuali criticità imparando a trasformarle in punti di forza.
I docenti del corso sono: Luca Garosi, giornalista professionista, capo redattore di Rai News24, docente di  "Strategie di comunicazione in rete" all'Università degli Studi di Perugia e già coordinatore della Scuola di giornalismo radio televisivo della Rai, Federica Nastasia, esperta di storytelling, social media manager, ufficio stampa, collabora con Zètema società interamente partecipata da Roma Capitale, ha fondato l'ufficio stampa "Anomalia Social Press" con cui ha curato la comunicazione di numerosi eventi culturali sul territorio nazionale, Adriano Sgobba, collaboratore giornalistico e scrittore, è social media manager della testata online di cultura e spettacolo Recensito dove è inoltre capo redattore della sezione “Teatro”, è fondatore dell'ufficio stampa "Anomalia Social Press", Daniele Sidonio, è social media manager della testata online di cultura e spettacolo Recensito dove è inoltre capo redattore della sezione “Musica”, autore del libro di critica musicale "Mi si scusi il paragone, canzone d'autore e letteratura da Guccini a Caparezza" è membro di giuria alle Targhe Tenco assegnate annualmente a Sanremo.

Per iscriversi è necessario compilare in ogni sua parte la domanda di ammissione tutte le informazioni sono disponibili nella sezione formazione del nostro sito www.feicom.it 

Il corso è accessibile a tutti e le iscrizioni sono aperte fino al 01 ottobre 2019.

 

Artisti cercasi

continuano le iscrizioni al premio d'arte Arteam Cup 2019

 

SEI UN ARTISTA? 

PARTECIPA AL PREMIO D’ARTE CONTEMPORANEA ARTEAM CUP 2019, LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO AL 15 LUGLIO 2019!

LA MOSTRA FINALE DI QUESTA EDIZIONE SI TERRÀ IN LIGURIA, A SANREMO (IM), A VILLA NOBEL, DAL 14 SETTEMBRE AL 27 OTTOBRE 2019.

 

Il regolamento in breve:

·                     Sono ammesse tutte le espressioni artistiche: pittura, disegno ed illustrazione, fotografia, incisione, scultura, installazione, new media art, performance ed arte ambientale.

·                     Il tema è libero.

·                     Il concorso è aperto a tutti gli artisti nazionali e internazionali senza limiti di età.

·                     Quota d’iscrizione: 50 euro. (I Soci Arteam Artisti 2019 possono partecipare gratuitamente. Info tesseramento: www.arteam.eu)

·                     Ciascun artista deve candidare 3 opere.

·                     La Giuria è composta da critici, curatori e storici dell’arte, docenti universitari e di accademia, direttori di testate specializzate, galleristi, giornalisti specializzati, direttori artistici, personalità del mondo della cultura.

·                     La mostra finale, alla quale parteciperanno gli artisti finalisti selezionati dalla Giuria, si terrà in Liguria, a Sanremo (IM), a Villa Nobel, dal 14 settembre al 27 ottobre 2019.

·                     L’elenco dei premi è consultabile al link: www.arteamcup.it/premi/

 

Per maggiori informazioni, per scaricare il regolamento completo e per iscriversi: www.arteamcup.it

Organizzazione:

Associazione Culturale Arteam

Tel. +39 019 4500744

info@arteam.eu - www.arteam.eu